giovedì 5 novembre 2009

I lettori non hanno pietà


"I lettori non hanno pietà. Possono smettere di leggere la vostra storia proprio nel bel mezzo di quel brano su cui avete passato notti insonni. I lettori hanno il coltello dalla parte del manico: non hanno nessun obbligo nei vostri confronti, mentre voi avete tutti gli obblighi possibili verso di loro. È per questo che gli scrittori tagliano e cuciono senza pietà durante il processo di editing, fino ad arrivare al risultato finale...Dan Newlove, l'uomo con i polpastrelli consumati, dice: meglio tagliare che modificare".
Peter Selgin

2 commenti:

Gloutchov ha detto...

Già! I lettori sono terribili. Però sono la nostra linfa vitale, no?

luigi ha detto...

Certo.
Terribili quanto preziosi, Glauco.
Condivido.