lunedì 30 settembre 2019

Belli corti: Quarta Edizione Concorso drammaturgia



Ultimo giorno per l'invio dei propri lavori alla Quarta Edizione del Concorso di Drammaturgia per corti e monologhi teatrali, organizzato dal Nuovo Teatro San Paolo - Roma.

Qui tutte le info.



domenica 29 settembre 2019

"Cronaca del dodicesimo", su ISEAF BOOKS



Qui il mio racconto, Cronaca del dodicesimo, selezionato da ISEAF BOOKS e presentato sulla sua piattaforma.

La sinossi:
Saumek, vecchio agricoltore e giocatore di scacchi, e il suo unico nipote adolescente, Sauk, trascorrono in profonda solitudine dodici giorni della loro esistenza, nella casa di campagna del vecchio, dove i due avranno modo di scoprisi, ciascuno addentrandosi nei litorali e negli abissi dell'altro. La cronaca di questo ultimo giorno, il dodicesimo, si smuove tra i misteri insondabili dell'adolescenza, dell'amore e dell'iniziazione al male. E sullo sfondo incontaminato e rurale di questo paesaggio, le ombre incombenti di un segreto terrificante.




martedì 24 settembre 2019

Nuovo Teatro San Paolo: presentazione del cartellone 2019/20


Comunicato stampa



lunedì 23 settembre 2019

Lo slancio per tacere


Avvertire la possibilità di esprimersi come una congiunzione oscura di fattori, potrebbe favorirne l'innocenza, il perdono di fronte all'inadeguatezza dell'intento.
Ritrovandosi quindi vittime di un congegno/sortilegio, se non di una maledizione atavica, che paradossalmente costituirebbe anche l'illusione di una forma di libertà; o forse anche suoi complici inconsapevoli, per non trovare (o cercare) mai il coraggio, se non lo slancio misurato, per maturare il tacere con lo stesso impegno e tormento impiegati nella formazione di una propria voce.


domenica 22 settembre 2019

BUFFET! 28 settembre 2019, ore 11 - BELLI LUNGHI - Teatro d’autore al Nu...



sabato 21 settembre 2019

A tarda notte


Il colloquio con le ombre
non si fa per telefono.
Sui nostri dialoghi muti non s'affaccia
'giraffa' o altoparlante.
Anche le parole però servono
quando non ci riguardano,
captate per errore di una centralinista
e rivolte a qualcuno
che non c'è,
che non sente.
Vennero da Vancouver una volta
a tarda notte
e attendevo Milano. Fui sorpreso
dapprima, poi sperai che continuasse
l'equivoco. Una voce dal Pacifico,
l'altra dalla laguna. E quella volta
parlarono due voci libere come non mai.
Poi non accadde nulla, assicurammo
l'intrusa del servizio che tutto era perfetto,
regolare e poteva continuare,
anzi doveva. Né sapemmo mai
su quali spalle poi gravasse il prezzo
di quel miracolo.
Ma non ne ricordai una parola.
Il fuso orario era diverso, l'altra
voce non c'era, non c'ero io per lei,
anche le lingue erano miste, un'olla
podrida di più gerghi, di bestemmie e di risa.
Ormai dopo tanti anni l'altra voce
non lo rammenta e forse mi crede morto.
Io credo che lo sia lei. Fu viva almeno un attimo
e non se n'è mai accorta.

Eugenio Montale da Satura


venerdì 20 settembre 2019

Due frammenti sull'impossibilità di scrivere


"Scrivere sull'impossibilità di scrivere è un atto che esprime perfettamente la patologia della creazione."

"L'impossibilità di scrivere è la ragione stessa dello scrivere."

Luigi Reitani, estratti da "Autoritratto dello scrittore come uomo che invecchia".










Un'opera ben riuscita



"Ogni lavoro artistico contiene in sé una grande ingiustizia: scriviamo con il terrore di far brutta figura nel caso che l'opera non riesca (e a ragione, in quanto il fallimento di un'opera è una vergogna personale); ma quando l'opera si rivela più o meno riuscita, non ne ricaviamo nessun vantaggio personale, anzi oserei dire nessuna soddisfazione. Un'opera ben riuscita vive di vita propria, ha una sua esistenza separata ed è di ben poca utilità alla vita dell'autore".

Witold Gombrowicz



giovedì 19 settembre 2019

Alle porte dell'autunno: prossimi appuntamenti


Alle porte dell'autunno sono in caldo diversi appuntamenti che mi riguardano e che ci tengo a condividere con i lettori di questo spazio.
L'uscita del mio romanzo "Il vincolo cieco", (Ferrari Editore) che vedrà a breve la luce attraverso l'impegno, la lungimiranza e il coraggio di Francesca Londino e di Settimio Ferrari, che hanno aperto davvero il loro cuore, e tutti i canali della loro esperienza, alla natura e alla complessità di questo viaggio. Cercherò di aggiornarvi in progressione sui passaggi più rappresentativi del libro, a partire dall'annuncio, ormai prossimo, della sua data di pubblicazione, come su tutti i successivi sviluppi. Qui l'intervista di Francesca Londino su "Il vincolo cieco", che ha aperto la rubrica Voci di scrittori.
Il mese di ottobre vedrà l'inserimento della mia pièce in tre atti "Ma è a due passi da lei", nella Collezione di teatro della casa editrice Oèdipus di Salerno.
Per Nocte film, in quello stesso periodo, sarà pronta la versione definitiva de"La città vuota", (lungometraggio indipendente diretto da Fabrizio Fiore e Thomas Battista), di cui sono coautore del soggetto, insieme a Fabrizio Fiore, e autore della sceneggiatura originale, nonché supervisore delle musiche e della post produzione.
A inizio dicembre, per la precisione il 1 dicembre, sulla rivista letteraria Risme, diretta da Sara Maria Serafini, sarà pubblicato l'incipit di un mio romanzo inedito: "Quella strana luce delle quattro". Dulcis in fundo, questa notizia mi è arrivata durante la stesura del post, la mia pièce teatrale in tre atti "Le due stanze del colloquio", è risultata tra le vincitrici del Concorso di drammaturgia organizzato dal Nuovo Teatro san Paolo, a Roma, e sarà inserita nel cartellone ufficiale della stagione 2019/20.
Per i relativi aggiornamenti utilizzerò sempre le pagine di questo blog, come quelle del mio sito ufficiale.
Una buona giornata a tutti.

l.s.


mercoledì 18 settembre 2019

I vincitori del Concorso di drammaturgia "Belli lunghi"


Comunicato: i vincitori della prima edizione del Concorso di drammaturgia "Belli lunghi"



martedì 17 settembre 2019

Racconti sbandati di Natale



Un concorso per racconti incentrati sul Natale, ideato da "La banda dei libri".
Qui tutte le informazioni per chi desidera approfondire e semmai partecipare.
La scadenza per l'invio degli scritti è fissata per il 25 settembre.



lunedì 16 settembre 2019

Passeggiata nell'addio


Ieri pomeriggio ho avvertito nella passeggiata il sereno dell'addio. Camminando da soli si rinnovano i sogni dei singoli passi, quelli che ci hanno avvicinato e allontanato da una meta che era la partenza, il passaggio delicato di consegne dalle mani azzurre del portiere di notte o dell'aguzzino. Ogni luogo una sua nuova morte: le sue chiavi difettose, l'intonaco sul materasso e la luce fioca del lume sui piatti sporchi; mentre il buio già è fuori, se mi sorprende nell'ultimo fiotto di voci, prima che tu sia tardi. 



domenica 15 settembre 2019

"Il vincolo cieco": visto si stampi:




Questo pomeriggio, dopo il mio intervento sull'ultima versione del manoscritto, il romanzo Il vincolo cieco è pronto per i successivi processi che lo porteranno alla stampa con la casa editrice Ferrari Editore, per incarnare definitivamente la sua armatura e natura di libro.
Il percorso con questo lavoro è stato davvero arduo, ma anche ricco di grandi emozioni e di stimoli. Devo moltissimo a Settimio Ferrari e a Francesca Londino, alla loro sensibilità, profusione di suggerimenti oculati e di ascolto paziente, se questo lavoro è arrivato a questo punto; se Il vincolo cieco può dirsi ormai svincolato definitivamente da ogni mia ulteriore volontà (o anche ossessione) di modifica. Da questo punto, da questa sorta di fine, comincia il sentiero di una nuova storia e di una nuova genesi, che è in fondo la vita autonoma e misteriosa di un libro. Cercherò di tenere aggiornato chi mi segue sui processi di questo viaggio, a partire da questo primo passo cruciale, appena compiuto, insieme a tutti gli altri che lo seguiranno.
Il romanzo è dedicato in memoriam all'attrice francese Pascale Ogier.